Il blog dei miei viaggi

Idee e guide di viaggi per turisti fai da te

Le foto di Roma/3


Roma by night 003
Basilica di San Pietro
La Roma by night merita sicuramente di essere ammirata, quando, dopo il calar del sole, i monumenti, le strade, i ponti illuminati danno alla città un aspetto davvero scenografico, nascondendo magari qualche imperfezione che la luce del giorno impietosamente evidenzia. Qui nella foto di vede la Basilica di San Pietro, centro mondiale della cristianità.
Roma by night 015
Castel Sant’Angelo
Il Castello, edificato nel 123 d.C., ha avuto in passato molteplici destinazioni: castello fortificato, oscuro carcere, dimora rinascimentale. E’ stato per secoli anche punto di rifugio dei papi. Celebre, infatti, è il c.d. “passetto” (oggi visitabile), un lungo passaggio segreto, in parte all’aperto, che un tempo consentiva ai papi sotto assedio di scappare dal Vaticano e rifugiarsi nel vicino castello fortificato. Nelle serate estive la zona è luogo privilegiato di fiere e movida, con locali chiassosi e alla moda che fanno da contorno al grande movimento di turisti e romani.
San Pietro in Vincoli
Chiesa di San Pietro in Vincoli
Chiesa celebre ma spesso ignorata dal turismo di massa. Vi si accede attraverso una caratteristica scalinata che incrocia la centrale Via Cavour. Il nome della Chiesa lo si deve al nome delle catene (dal latino, vincula), qui conservate, che, secondo la tradizione, furono utilizzate per legare San Pietro durante la sua prigionia nel Carcere Mamertino, sempre a Roma. All’interno vi è la tomba del papa Giulio II con il celebre Mosè, una imponente opera scultorea, massimo capolavoro di Michelangelo.
Santa croce in Gerusalemme
Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme
E’ una delle tradizionali sette Chiese che un tempo i pellegrini dovevano visitare a piedi. Si trova nel Rione Esquilino, non lontano da San Giovanni in Laterano. E’ nota per conservare importanti relique della Passione (chiodi, spine, catene) che, secondo la tradizione, Sant’Elena fece trasportare a Roma dal suo viaggio in Terra Santa.
img_3101
Basilica di Santa Maria Maggiore
La Basilica di Santa Maria Maggiore, non lontana dalla Stazione Termini, è una delle quattro basiliche principali di Roma. Pur non appartenendo al Vaticano, tutto l’edificio, compresa la scalinata esterna, delimitata da una poderosa cancellata, gode dei privilegi della extraterritorialità. Basilica dalle origine antichissime, essendo la costruzione, almeno per ciò che concerne il suo nucleo primitivo,  risalente al V sec. d.C. E’ dedicata al culto della Madonna e secondo la tradizione è stata edificata nel luogo che, in maniera miracolosa, fu indicato a Papa Liberio. Il miracolo avvenne in un 5 agosto quando un’insolita nevicata imbiancò l’Esquilino. L’episodio è tuttora ricordato ogni anno con la celebrazione della Madonna della Neve in cui viene fatta scendere, dalla cupola della cappella Paolina, una cascata di petali bianchi.
img_3140
Basilica di San Paolo
Un po’ lontana dai tradizionali percorsi turistici, per visitare questa splendida Basilica bisogna andarci appositamente, ben collegata comunque con la metro B. L’esterno della Basilica presenta un bellissimo quadriportico, riprogettato nel XIX secolo dopo il devastante incendio del 1823. Al centro, la statua monumentale in marmo dedicata all’Apostolo Paolo con in mano una spada, simbolo della Parola di Dio che separa la luce dalle tenebre.
img_3151
La Basilica di San Paolo (interno)
L’interno della Basilica è di una incredibile magnificenza, con soffitto dorato a cassettoni e massicce pareti marmoree. Colpisce da subito la presenza, lungo tutto la Chiesa, dei tondi raffiguranti i 266 Papi che si sono succeduti nella storia. In fondo alla navata di destra per chi entra nella Basilica (quindi, nella parte sinistra della foto) vi è pure il tondo con il ritratto di Papa Francesco, illuminato in quanto Papa in carica. Sotto il ciborio, bellissima opera di Arnolfo di Cambio, vi è il sarcofago che custodice le spoglie dell’Apostolo Paolo e le catene che, secondo un’antichissima e incontrastata tradizione, sarebbero quelle che hanno incatenato Paolo durante la sua prigionia a Roma.
La Sinagoga
La Sinagoga
E’ tra le sinagoghe più grandi di Europa, qui ripresa dal Giardino degli Aranci. Ha un aspetto massiccio con la caratteristica cupola, visibile da buona parte della città. E’ un importante luogo di preghiera per gli oltre 15 mila ebrei residenti a Roma. Merita una visita anche l’intero ghetto ebraico, oggi luogo turistico ma che durante la seconda guerra mondiale è stato teatro di odiosi rastrellamenti da parte dei nazi-fascisti.
Isola tiberina
L’Isola Tiberina
Se Parigi ha l’Ile de la Citè, Roma ha l’isola Tiberina. Collegata alle rive del Tevere con il Ponte Cestio e il Ponte Fabricio, l’isola, probabilmente di origine alluvionale, è sede, tra gli altri, di un importante ospedale romano.
Buco della Serratura
Il buco della Serratura
E’ uno dei punti più segreti di Roma, la ciliegina da mostrare agli amici in visita a Roma. Nei pressi del Giardino degli Aranci, dal buco della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta, vi è la più famosa vista della Cupola di San Pietro, incorniciata dalle siepi dei giardini del Priorato.

1  2   3   4   5  6

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: