Il blog dei miei viaggi

Idee e guide di viaggi per turisti fai da te

Le foto di Roma/1


Colosseo
Il Colosseo
Non ha bisogno di presentazioni. Restaurato di recente grazie a una sponsorizzazione privata, è il monumento simbolo di Roma e, forse, di tutta l’Italia. Unico monumento europeo a rientrare tra le sette meraviglie del mondo moderno, il Colosseo è pure raffigurato sulla moneta italiana da 5 centesimi di euro. L’Anfiteatro Flavio, vero nome del monumento, è il più grande del mondo, capace di ospitare più di 50.000 spettatori, una enormità all’epoca della sua costruzione (attorno al 72 d.C.). E’ il secondo monumento archeologico più visitato al mondo, dopo la Grande Muraglia Cinese. Era usato per gli spettacoli, spesso cruenti, dei gladatori ma anche per altre manifestazioni pubbliche. Per visitarlo è spesso necessario affrontare lunghe code. E’ vivamente consigliata la prenotazione on line del biglietto che consente di accedere al monumento in tempi relativamente brevi. Per acquistare i biglietti, clicca qui.
Altare della Patria
L’Altare della Patria
Noto anche come Vittoriano, l’Altare della Patria è il monumento dedicato alla celebrazione del Milite Ignoto, utilizzato per le cerimonie pubbliche alla presenza delle alte Autorità dello Stato. In stile neoclassico, la lunga scalinata conduce a una terrazza (raggiungibile anche in ascensore)  dalla quale è possibile ammirare un magnifico panorama della città. Il monumento è poco amato dai Romani che lo hanno ribattezzato ironicamente “macchina per scrivere”. Nella parte esterna vi è una statua bronzea raffigurante Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia, cui si deve la realizzazione dell’opera.
E’ difficile credere che in occasione della inaugurazione del Vittoriano, nella pancia del cavallo della statua equestre fu imbandita una tavola per 24 persone per un pranzo cui parteciparono autorità dell’epoca, giornalisti e alcuni operai. L’episodio fu immortalato da una foto, visualizzabile qui.
Palazzo Venezia
Palazzo Venezia
Palazzo Venezia, sito nell’omonima Piazza, è un palazzo storico del XV secolo. E’ un luogo a suo modo storico. Dal balcone centrale del Palazzo, infatti, il 10 giugno 1940, Benito Mussolini comunicò agli italiani l’ingresso in guerra. Oggi è sede museale.
Il Foro romano
Il Foro romano
A partire dal VII sec. a.C., dopo la bonifica di una palude, fu realizzato il Foro romano, centro della vita pubblica dell’antica Roma per oltre un millennio. Vi erano edifici civili, religiosi, commerciali, una zona che è stata per secoli in continua espansione per far fronte alle crescenti esigenze della popolazione dell’epoca.
img_3307
Arco di Costantino
E’ il più grande arco onorario giunto a noi e celebra il trionfo dell’imperatore Costantino su Massenzio a seguito della battaglia sul Ponte Milvio del 312 d.C. Si tratta di un unico arco con tre aperture, un vero capolavoro artistico che racchiude una quantità incredibili di sculture, statue e iscrizioni storiche. E’ a pochi passi dal Colosseo dal quale questa foto è stata scattata.
Mercati traianei
I Mercati Traianei
I mercati di Traiano, qui nella foto ripresi dalla terrazza panoramica del Vittoriano, aveva funzioni prevalentemente commerciali ma vi si svolgevano pure funzioni di tipo civile e amministrativo. E’ strutturato in “tabernae“, con una struttura di percorsi interni che dipendeva dalle diverse funzioni delle stanze (uffici, negozi, etc.).
Si accede dalla vicina Via IV Novembre (in fondo a Via Nazionale).
Roma 003
Il Campidoglio
Il Campidoglio è uno dei sette colli di Roma, oggi sede del Municipio di Roma, accessibile attraverso una lunga scalinata posta nei pressi dell’Altare della Patria. Al centro della Piazza vi è la statua bronzea di Marc’Aurelio, raffigurata sulla moneta italiana da 50 centesimi di euro. E’ in realtà una copia: l’originale, infatti, è all’interno dei Musei Capitolini siti nella piazza medesima. Al Campidoglio è legato il celebre episodio storico delle “oche capitoline” che, con il loro starnazzare, svelarono il tentativo di assalto notturno da parte dei Galli.
img_3173
La bocca della Verità
Collocata nella parte anteriore (pronao) della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, nell’omonima piazza, la Bocca della Verità è un antico mascherone raffigurante un anziano uomo barbuto. Era probabilmente un tombino ma gode tuttora di una grandissima fama a livello mondiale: è facile, infatti, imbattersi in turisti che affrontano lunghe code al solo scopo di scattare la tradizionale foto in cui si inserisce la propria mano all’interno della fessura. Secondo una antica leggenda e alcuni racconti popolari, infatti, la Bocca della Verità mordeva (o, secondo altre tradizioni, tagliava) la mano di coloro che non dicevano la verità. Memorabile la scena del film “Vacanze Romane” in cui Gregory Peck, all’insaputa di Audrey Hepburn, simulava il taglio della propria mano dopo averla inserita nella fessura, creando panico e terrore alla bella attrice americana.
img_3174
Il Tempio di Ercole Vincitore
Noto anche come “Tempio di Vesta”, per una errata attribuzione rinascimentale, il tempietto, sito all’interno del Foro Boario, si trova sulla riva sinistra del Tevere, di fronte alla celebre “Bocca della Verità”. E ‘il più antico tra i tempi in marmo presenti a Roma. Davanti al Tempio, la Fontana dei Tritoni, opera settecentesca dell’architetto Bizzaccheri.

1   2   3   4   5   6

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: