Il blog dei miei viaggi

Idee e guide di viaggi per turisti fai da te

Le foto della Terra Santa/1


Israele 286
Gerusalemme
La Cupola della Roccia
Spesso chiamata impropriamente “Moschea di Omar”, la Cupola della Roccia è il vero simbolo della città, elemento irripetibile di una città unica al mondo. La sua cupola d’oro, infatti, è immediatamente riconoscibile nel panorama di Gerusalemme. E’ posta al centro della “Spianata delle moschee”, un luogo sacro per le tre religioni monoteistiche e, per questo motivo, tra i luoghi più contesi al mondo. Per gli ebrei, in quanto luogo indiscusso per la preghiera che avviene alla base del Muro occidentale, unica traccia rimasta dell’antico Tempio. Per i musulmani, perché, secondo la tradizione, il profeta Maometto venne assunto in cielo dalla roccia oggi presente all’interno della Cupola della Roccia (che da essa appunto prende il nome). Per i cristiani, che ricordano le numerose visite di Gesù al Tempio.
Israele 253
Gerusalemme
Le mura
Le antiche mura della città di Gerusalemme, costruite all’inizio del sedicesimo secolo dal Sultano turco Suleiman il magnifico, hanno otto porte. Di queste, sette vengono tuttora utilizzate per l’accesso alla città. L’ottava, la porta della misericordia (visibile nella parte destra della foto) è chiusa da secoli e secondo la tradizione verrà aperta quando arriverà il Messia.
Israele 220
    Gerusalemme
Il Muro Occidentale
Il Muro Occidentale, noto anche come “Muro del Pianto”, è ciò che rimane dell’antico Tempio di Gerusalemme, riedificato da Erode il Grande intorno al 20 a.C. e poi distrutto definitivamente da Tito nel 70 d.C. E’ il luogo sacro per eccellenza per il popolo ebraico, una grande «sinagoga all’aperto» dove la gente si avvicina per pregare in un’atmosfera di silenzio e rispetto. Gli uomini e le donne pregano in due distinte porzioni del Muro, separate da una transenna. Per accedervi gli uomini debbono indossare il Kippah: ve ne sono in quantità all’interno di un contenitore prima di accedere all’area destinata alla preghiera. Nel muro sono incastrati fogli di carta riportanti, ciascuno, le preghiere dei fedeli. Nel 2000 ne lasciò una anche Giovanni Paolo II. Sulla parte sinistra è ben visibile l’arco di Wilson attraverso il quale si accede a un breve corridoio dove sono presenti fedeli dediti alla lettura e alla preghiera in un ambiente con preziose librerie in legno.
Israele 314
Gerusalemme
La Via Dolorosa
La Via Dolorosa, o Via Crucis, è il luogo che, insieme alla Basilica della Natività, rappresenta il punto più significativo di tutto il pellegrinaggio in Terra Santa. Ci si aspetta una strada silenziosa e intrisa di sacralità. Niente di tutto questo. E’ una strada molto affollata, piena di bancarelle, negozi e commercianti chiassosi, dove la confusione regna da padrona. Chi percorre la Via Dolorosa per trovare silenzio e meditazione rimarrà deluso. La strada infatti percorre quartieri musulmani ed ebraici, abitati da persone per le quali la Via Dolorosa non rappresenta un luogo sacro così come avviene per chi professa la religione cristiana. Tuttavia, con un po’ di pazienza e districandosi tra le bancarelle è possibile, per chi vuole, ripercorrere tutte le stazioni della Via Crucis contrassegnate da targhe.
Israele 321
Gerusalemme
La basilica del Santo Sepolcro
La Basilica del Santo Sepolcro è un inestricabile labirinto di cappelle, altari, corridoi in cui non è difficile perdere l’orientamento. Ogni parte della Basilica è gestita da una delle comunità presenti, ortodossa, cristiana e armena. All’interno sono presenti i punti più significativi della parte finale della via terrena di Gesù Cristo, la Pietra dell’Unzione, il Calvario, il Sepolcro. E’ tappa irrinunciabile per chiunque visiti la città.
Israele 328
Gerusalemme
Quando si pensa all’esercito israeliano vengono in mente soldati armati fino ai denti, esseri inavvicinabili, combattenti con la voglia di essere sempre in guerra. In realtà si tratta quasi sempre di ragazzi e ragazze giovanissimi, sorridenti, che accettano senza problemi di farsi fotografare con uno dei tanti turisti che affollano lo spazio antistante la Basilica del Santo Sepolcro.

1   2   3   4   5   6

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: