Il blog dei miei viaggi

Idee e guide di viaggi per turisti fai da te

Le foto di Bomarzo/3


Dopo la divertente parentesi della casa pendente il percorso del Parco prosegue fino al Piazzale dei vasi (12) dove si svolta verso destra percorrendo un breve viale erboso.

11 - Il piazzale dei vasi
12. Il piazzale dei vasi

Si raggiunge quindi la panca etrusca (13) dove non si può rinunciare a una foto stendendocisi sopra, distesi e spaparanzati.

12 - La panca etrusca
13. La panca etrusca

Si raggiunge finalmente l’Orco (14), la scultura più celebre ed emblema stesso di tutto il parco. E’ di dimensioni notevoli, ha un aspetto effettivamente terrificante ed è possibile accedervi all’interno, sgomitando con gli altri turisti con cui bisognerà fare a gara per poter strappare una foto con il monumento. All’interno vi è un tavolo in pietra che, visto dall’esterno, sembra rappresentare la lingua del mostro. All’ingresso del parco vi sono foto d’epoca in bianco e nero in cui l’Orco risulta utilizzato come ricovero notturno per gli animali del gregge.

13 - L'orco
14. L’orco

 Accanto all’Orco, la statua del Drago (15) e quella dell’Elefante (16). Quest’ultima è probabilmente tra le più belle, curate e meglio realizzate di tutto il Parco.

14 - Il drago
15. Il drago
15 - L'elefante
16. L’elefante

Proseguendo il percorso in direzione dell’uscita, le statue di Cerere (17) e quella di Nettuno, affiancato da un delfino (18).

16 - Cerere
17. Cerere
17 - Nettuno e delfino
18. Nettuno e il delfino

1   2   3   4

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: