Liebster-AwardChe bello! Sono stato nominato da una coraggiosa blogger che ha riconosciuto nel mio sciagurato blog una serie di potenzialità nascoste! 

Scherzi a parte, ringrazio per questo “Cocco on the road” che dall’isola di Malta sorveglia tutti noi con l’occhio vigile e attento di chi ha la grande passione per i viaggi e la sventatezza di avermi voluto nominare.

Il mio piccolo blog nasce da una esigenza concreta, come ho già descritto nella mia home page. Con il passare degli anni stavo dimenticando, poco alla volta, ciò che avevo visto durante i miei viaggi. Sarà l’Alzhaimer? Forse. Fatto è che ne è scaturito un blog essenzialmente descrittivo, con poco spazio alle impressioni personali e grande attenzione invece alla descrizione dei monumenti e a qualche consiglio spicciolo di viaggio. Il mio obiettivo? Divenire una specie di Lonely Planet dei poveri, cioè una guida per chi vuole o pensa di recarsi in uno dei luoghi descritti nel blog. Troppo ambizioso? Sicuramente. Ma mi piace un sacco! E ora sono stato pure nominato per un premio. Evvai!!!

Il Liebster Award, l’ho scoperto ora, è un premio che viene assegnato ai blogger con meno di 200 follower (una specie di premio di incoraggiamento). Ebbene, entro i 200 follower io ci rientro con moooolta tranquillità, e penso di poter partecipare al premio ancora per tanti anni.

Queste le regole da seguire una volta ricevuta la nomination:

– ringraziare i blog che ti hanno assegnato il premio citandoli nel post;

– rispondere alle undici domande poste dal blog che ti ha nominato;

– formulare altre undici domande cui gli altri blogger dovranno rispondere

– informare i blogger del premio assegnato.

Ed ora eccomi qua a rispondere alle  11 domande di “Cocco”:

  1. Quale è stato il viaggio che ti ha lasciato il segno indelebile?
    Il viaggio in Egitto. La scoperta di una antica civiltà ancora oggi piena di misteri (e se fossero stati extraterrestri?)
  2. Dove hai mangiato il piatto più disgustoso e quale era?
    In Cina, una brodaglia dal contenuto oscuro e su cui non ho mai voluto indagare più di tanto.
  3. Il monumento che più ti appartiene, anche se non lo hai mai visto dal vivo è?
    Il Tempio di Petra in Giordania, un’emozione unica trovarcisi davanti.
  4. Quale è per te la compagnia aerea migliore che hai provato?
    Non saprei. Viaggio spesso in low cost e quindi qualunque compagnia (Alitalia compresa) mi sembra extra lusso.
  5. Quale è la tua prossima meta o il sogno di viaggio nel cassetto?
    Il Perù, tra le popolazioni Inca, i lama e gli Intillimani. Ma anche un viaggio in Tibet e tra i fiordi norvegesi non mi dispiacerebbero…..
  6. Hai conosciuto tanta gente durante i tuoi viaggi?
    Sempre. Con alcuni sono tuttora rimasto in contatto.
  7. Sei più un tipo da sacco a pelo o da letto King Size?
    La mia indole dice sacco a pelo. La mia età (ma soprattutto mia moglie) dice hotel a cinque stelle.
  8. Se potessi scegliere un paese dove vivere sarebbe?
    A parte l’Italia, direi Barcellona, città aperta e vivibile.
  9. Quando visiti un luogo preferisci affidarti alle guide turistiche o fai da te?
    Per un viaggio facile (tipo capitale europea) sono un fai da te. Se le cose si complicano, meglio un affidabile tour operator.
  10. Se ora ti proponessero di visitare uno di quei Paesi dove ci sono problemi di guerra o terrorismo (Syria, Libia, ecc. ecc.) cosa faresti?
    Non ci andrei.Non è bello fare turismo in luoghi di guerra e di dolore.
  11. Preferisci visitare un paese con un clima caldo o freddo?
    Facciamo tiepido. E che soprattutto non piova durante il mio viaggio!

 Ecco invece le mie 11 domande:

  1. Mare o montagna?
  2. Gli hotel li scegli sulla base del prezzo o della loro più o meno comoda posizione?
  3. Quando viaggi in low cost, solo bagaglio a mano o anche da stiva?
  4. All’estero, dove conservi il passaporto?
  5. All’estero, provi a farti capire con il tuo inglese maccheronico o ti cimenti nella tipica gestualità italiana?
  6. Viaggeresti all’estero con bambini piccoli (fino all’anno di età)?
  7. Quando prenoti un tour, stipuli una polizza di annullamento viaggi?
  8. Faresti mai una crociera?
  9. La bellezza naturalistica che ti ha lasciato senza fiato.
  10. In viaggio, in cerca di avventure oppure in viaggio con il/la proprio/a compagno/a? (Non è obbligatorio rispondere…. 🙂
  11. Le foto le posti durante il viaggio o solo dopo il ritorno?

Infine le mie nomination (sperando che nessuno si senta offeso per la citazione):

https://katniss2016.wordpress.com

http://travel-blogs.net

http://www.thetravellinglindfields.com

http://www.plannergraph.com

https://thefrogtrotters.wordpress.com

https://meridiano307.wordpress.com

https://iltuopostonelmondo.com

https://fotografasenzastampante.wordpress.com

https://ashwinbahulkar.wordpress.com

https://papaghedaontour.wordpress.com

Il mio blog preferito?

Voterei per Katniss2016, non fosse altro per la sua costanza, davvero ammirevole, nel postare sul suo blog qualunque cosa che rientri nello scibile umano. Una specie di “blogpedia”. Ma a rigore non è un blog di viaggi.

Scelgo perciò Meridiano307 (https://meridiano307.wordpress.com), per il suo stile pulito e l’ordine con cui sono pubblicati gli articoli. E voto lui forse perchè è quello che nello stile mi assomiglia di più.

Simone

 

 

Annunci